27/03/2019 - Hardis Group supera il traguardo dei 115 milioni di euro di fatturato registrando una crescita pari al 17,5%

Hardis Group realizza un fatturato 2018 pari a 116,4 milioni di euro, con una crescita pari al 17,5% rispetto al 2017. Il risultato d'esercizio aumenta dell'11,4% raggiungendo 8,02 milioni di euro. La società svela, tra le altre cose, il suo nuovo piano strategico per i prossimi tre anni: un connubio di innovazioni tecnologiche, competenze settoriali, crescita organica ed esterna e sviluppo internazionale.

Azienda di servizi di consulenza e digitali e produttrice di software, Hardis Group annuncia i suoi risultati per il 2018. Il fatturato registra una crescita del 17,5% raggiungendo 116,4 milioni di euro, contro 99,1 milioni di euro nel 2017, superando l'obiettivo di 113 milioni di euro fissato all'inizio del 2018. L'utile d'esercizio aumenta dell'11,4% attestandosi a 8,02 milioni, contro 7,2 milioni nel 2017. I dipendenti sono aumentati dell'11,5% raggiungendo 1.115 collaboratori alla fine del 2018. Nell'ambito del suo nuovo piano triennale 2019-2021, Hardis Group prevede una crescita media annua del fatturato pari al 12,4%, con massicci investimenti nella formazione e nelle certificazioni dei suoi collaboratori, per affrontare le sfide di trasformazione dei suoi clienti con sempre maggiore pertinenza, garantendo loro un valore aggiunto sempre più alto.

Una crescita trainata da tutte le attività del gruppo

Con un fatturato di 79,2 milioni di euro, le attività di fornitura di servizi rappresentano il 68% dell'attività di Hardis Group. La consulenza ha conosciuto una crescita del 23% con un fatturato che si attesta a 13,6 milioni di euro. Dal canto loro, i servizi di sviluppo applicativo e di integrazione sono aumentati del 15% (45,8 milioni di euro contro 39,8 milioni di euro nel 2017), con una crescita molto forte delle attività relative a Salesforce. "La progressione della nostra business unit Advances Solutions è del 142%. Come anticipato all'inizio del 2018, ha realizzato un fatturato pari a 7 milioni di euro. I suoi dipendenti sono quadruplicati in un anno, raggiungendo 80 persone", precisa Nicolas Odet, direttore generale di Hardis Group. Infine, le attività di hosting sui cloud pubblico e privato pesano ormai 19,8 milioni di euro con una crescita del 12%.

Dal canto suo, l'attività di produzione di soluzioni software per la logistica (Reflex Solutions) registra una crescita pari al 23% delle vendite di licenze e servizi correlati. Il risultato è un fatturato di 34,1 milioni di euro. "Le vendite di licenze all’estero rappresentano ormai il 31% del totale delle vendite di licenze. Constatiamo una forte accelerazione del SaaS", spiega Yvan Coutaz, direttore generale di Hardis Group. In totale, se si includono anche i servizi di hosting sul cloud di Reflex, la logistica pesa nell'attività del gruppo per 42,5 milioni di euro. "Quest'anno è stato segnato dall’apertura di una filiale nei Paesi Bassi per entrare nel mercato del Benelux, da nuovi accordi per l'introduzione del nostro software di gestione di magazzino Reflex WMS su scala mondiale e dalle prime vendite della nostra soluzione di inventario mediante drone Eyesee", continua Yvan Coutaz. Infine, le vendite di licenze e servizi relativi alla piattaforma di sviluppo Adelia rappresentano 2,3 milioni di euro.

Per quanto riguarda i collaboratori, i dipendenti dell'azienda sono passati da 1.000 a 1.115, ossia un aumento dell'11,5%. Quest'anno è stato segnato dall'ottenimento della certificazione Great Place to Work. "La crescita più moderata del numero di collaboratori si deve al fatto che ci concentriamo sulla fidelizzazione, la formazione, la qualità di vita sul luogo di lavoro dei nostri collaboratori e la fornitura di servizi con un maggiore valore aggiunto", sottolinea Nicolas Odet.

2019-2021: accelerare la trasformazione dei clienti grazie alle tecnologie

Per l'esercizio fiscale 2019, Hardis Group progetta di realizzare un fatturato di 129 milioni di euro, ossia una crescita pari al 10% con un utile d'esercizio compreso tra 7 e 8%. In media, il gruppo punta a un aumento del fatturato annuo pari al 12,4% nei prossimi tre anni.

Nel suo nuovo piano strategico 2019-2021, chiamato HG X.0, l'azienda si prefigge una missione: accelerare la trasformazione e lo sviluppo dei suoi clienti attraverso le tecnologie e, in particolare, creare un valore sempre maggiore nell'ambito dei dati (intelligenza artificiale, machine learning, oggetti connessi, ecc.), del cloud (applicazioni, piattaforme e infrastrutture) e dell'automazione (robot, droni, ecc.).

La nuova strategia, che si inserisce nella continuità dei due piani triennali precedenti, si articolerà intorno a due obiettivi. Lo sviluppo delle attività “SERVIZI INFORMATICI X.0”, da un lato, con l'attuazione di centri d'eccellenza per rispondere alle sfide di trasformazione digitale di specifici settori target: industria 4.0, assicurazione 2.0, retail 4.0, servizi 4.0 o agroalimentare 3.0.

E dall'altro, l'ambizione di diventare il primo pure-player in Europa affrontando la trasformazione del commercio e al tempo stesso quella della logistica, con lo sviluppo e l'integrazione di soluzioni logistiche in grado di coprire tutte le fasi del ciclo di vita di una vendita, dall'ordine online alla gestione di tutti i flussi logistici in magazzini, fabbriche e negozi. "Per questa attività, rinforzeremo la nostra presenza nei Paesi dove siamo già presenti: Paesi Bassi, Spagna e Svizzera e studieremo la possibilità di nuove installazioni, in particolare in Europa centrale" precisa Yvan Coutaz.

"La crescita delle attività di SERVIZI INFORMATICI X.0 avverrà in modo organico ed essenzialmente dalla Francia, mentre per il commercio e la logistica, sono già in fase di studio operazioni di crescita su scala europea. Per questo tipo di operazioni i nostri nuovi investitori, CM-CIC Investissement e bpifrance, ci forniranno un autentico sostegno strategico e finanziario", conclude Nicolas Odet.